Interventi

12 Febbraio 2014

Il Resto del Carlino Bologna del 12 febbraio 2014

Ciclabili e internet: ecco i fondi della Regione

Oltre 14 milioni di euro da assegnare a ventidue Comuni della provincia

 

PISTE CICLABILI, sistemazioni territoriali, cultura, ricerca e reti digitali. Sono questi gli ambiti di intervento per quasi 14 milioni di euro destinati dalla Regione Emilia Romagna ai Comuni del territorio bolognese.

Investimenti deliberati lunedì scorso dalla giunta regionale sulla base di fondi che provengono per 6 milioni dai bilanci destinati allo sviluppo e alla coesione, e il resto (7,6 milioni di euro) dai contributi dei 22 Comuni che finanziano con fondi propri gli interventi. Per Casalecchio si tratta di realizzare la pista ciclabile di collegamento da San Biagio a Sasso, e anche connettere la rete di ciclabili cittadine nella zona di via Garibaldi con quelle del quartiere Croce. Il tutto per una spesa prevista di 440mila euro. Il resto della pista ciclabile in territorio di Sasso, dal confine con Casalecchio alla via Vizzano, è stata finanziata dalla Regione fino all'importo totale-della spesa prevista di 136mila euro. Cantieri per 266mila euro in via 'Risorgimento, a Zola, dove si va a realizzare un marciapiede lungo la principale strada comunale con parziale tombamento di Rio dei Bagni. Piste ciclabili e illuminazione per un totale di 206mila euro nell'ex comune di Monteveglio (oggi Valsamoggia) per realizzare percorsi fra la rotonda sulla provinciale all'ingresso del capoluogo e via Abbazia, e poi fra San Teodoro e Parcaria, e quindi fra Stiore, Ponte Rosso e il capoluogo. Sempre a Monteveglio saranno finanziati interventi di sicurezza per illuminare gli attraversamenti luminosi sulla provinciale. Nella vicina Castello di Serravalle è stato finanziato un progetto di adeguamento degli uffici comunali per un importo totale di 355mila euro. Cantieri per 135mila euro a Monte San Pietro dove per combattere il digital divide attraverso la rete Lepida viene finanziata la realizzazione di una rete senza fili e di una infrastruttura wireless in -località Amola. «LA REGIONE Emilia-Romagna - spiega Simonetta Saliera, vicepresidente e assessore al Bilancio della Regione - crede nello sviluppo dei territori come volano per la ripresa. In questi anni di tagli e riduzione delle risorse pubbliche, non ha mai rinunciato a fare la propria parte per assicurare lo sviluppo, anche anticipando risorse che erano di competenza del Governo centrale. L'accordo che abbiamo firmato è molto.importante per Bologna e il suo territorio e conferma l'impegno dell'amministrazione regionale per questa provincia. Gli investimenti pubblici di messa in cura del territorio e riqualificazione urbana oltre che portare benefici alla qualità della vita dei cittadini, creano lavoro per le aziende private, dando così un contributo alla ripresa dell'eco-nomia».

 

 

 

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.