Interventi

3 Giugno 2014

Il Carlino Bologna del 3 giugno 2013

Saliera risponde a Lunghi (Cgil)
"Opere pubbliche, la Regione investe"
 
PIÙ di duecento milioni di euro sul territorio bolognese per far ripartire l'economia e creare nuovi posti di lavoro. Cosi la Regione Emilia Romagna risponde a Maurizio Lunghi, nuovo segretario della Cgil, che in un'intervista sul Carlino di domenica aveva sollecitato le istituzioni locali a fare la loro parte e a investire il più possibile sulle opere pubbliche.

«Ha ragione Lunghi a ribadire che i cantieri portano posti di lavoro' — commenta la vice presidente e assessore al Bilancio di viale Aldo Moro, Simonetta Saliera (nella foto) —, e su Bologna la Regione si è impegnata in prima persona nell'assicurare le nsorse necessane' . L'elenco delle opere finanziate è lungo, anche se solo alcune di queste sono già diventate veri e propri cantieri. «Poco più di una settimana fa, dopo decenni — ricorda la Saliera —, abbiamo salutato e festeggiato il bando di Rfi per l'assegnazione dei lavori per il Nodo di Rastignano. Ma la Regione ha investito e sta investendo su molte altre: 10 milioni per la riqualificazione dell'ex mercato ortofrutticolo, altri 5 per riqualificazioni a Bologna e Calderara di Reno, 6 milioni per infrastrutture in provincia (come piste ciclabili e progetti di illuminazione), 77 milioni per l'acquisto di dodici treni e 41 per l'interramento della Veneta. Per il People Mover abbiamo garantito 27 milioni e altri 20 per la realizzazione della Bazzanese, più l'investimento per il primo stralcio del Tecnopolo. E su molte altre opere, come il nodo di Casalecchio e i nuovi caselli autostradali abbiamo raggiunto accordi con Autostrade o Rfi».

Post

15 Maggio 2019

Racconta il tuo 2 agosto

Dove eri il 2 agosto 1980? Come ricordi i momenti immediatamente successivi all’attentato alla stazione di Bologna? Che contributo hai dato per soccorrere le vittime dello scoppio della bomba?

14 Maggio 2019

La mostra su Charlotte Delbo arriva a Parigi

Dall’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna a Parigi per parlare di diritti e contrasto a xenofobia e antisemitismo. La mostra “Charlotte Delbo. Una memoria mille voci” del Liceo Laura Bassi di Bologna in collaborazione con il Parlamento regionale all’interno del progetto Concittadini arriva sulle rive della Senna: dal 15 maggio al 19 maggio prossimi, infatti, gli studenti e i docenti del Liceo Laura Bassidi Bologna saranno ospiti del “Comitè de pilotage delle Journées Charlotte Delbo” che annualmente organizza giornate di studio dedicate alla giornalista francese sopravvissuta alle deportazioni nazista ad Auschwitz.