Post

15 Luglio 2016

Condanna e cordoglio per la strage di Nizza

"Non bisogna mai rassegnarsi alla "banalità del male", ma sempre saper reagire: trovare le motivazioni non solo per indignarsi, le parole per condannare e provare a consolare. Ma dobbiamo saper reagire: essere decisi e fermi nel ricostruire una società basata sul rispetto e sul dialogo reciproco dove tutti si possa vivere in pace e convivenza.

Condanniamo, quindi, le ideologie e le mani barbariche che hanno insanguinato Nizza ed esprimiamo vicinanza e sostegno alla Francia, quest'anno così martoriata, e ribadiamo la condanna per ogni forma di fanatismo, violenza, prevaricazione della dignità umana, barbarie che offendono la dignità della persona e della civile convivenza". Così, Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, condanna i fatti avvenuti a Nizza ieri sera.

Post

12 Giugno 2019

La Repubblica di Montefiorino 75 anni dopo

Tappa fondamentale per la riconquista della libertà, uno tra i primi esempi di democrazia nell’Italia che combatteva per liberarsi dall’oppressione nazifascista.

11 Giugno 2019

I 30 anni dell'Associazione dei parenti delle vittime di Ustica

Da trent’anni combatte il muro di gomma che impedisce di arrivare alla verità sulla strage di Ustica. Da tre decenni lotta perché sia fatta vera luce ciò che avvenne nei cieli d’Italia nella notte del 27 giugno 1980.La storia dell’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica diventa un libro realizzato grazie alla collaborazione tra l’Associazione stessa e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.