Post

15 Marzo 2017

In ricordo di Marco Biagi

"Quindici anni non cancellano lo sdegno e il dolore per il barbato assassinio di Marco Biagi. Il ricordo della figura, del pensiero e della sua opera devono sempre accompagnarci.

Il suo barbaro omicidio ferisce ancora la nostra città e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona ed inferto un colpo ai valori di democrazia, tolleranza e rispetto che sono alla base del nostro vivere comune. Ciò che avvenne 15 anni fa in via Valdonica ci ricorda sempre che mai come in questo difficile momento dell'intera Europa dobbiamo riscoprire i valori della dignità della persona umana, del rispetto della vita e dei diritti e della dignità del lavoro. Chi usa la violenza per impedire alle persone di esprimere e battersi per le proprie idee non è solo un feroce criminale, ma impoverisce la democrazia". Così Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale ricorda Marco Biagi, il giuslavorista assassinato 15 anni fa dalle Brigate Rosse a Bologna, e di cui, a partire dalla giornata odierna, sono iniziate le cerimonie commemorative organizzate, tra gli altri soggetti, dal Comune di Bologna, dalla Cisl e dal quotidiano "Il Resto del Carlino".

Post

13 Novembre 2018

Saluto al congresso regionale Spi-Cgil dell'Emilia-Romagna

Vincere la sfida della solitudine e dell’impoverimento dei salari e delle pensioni. E’ questo il succo del messaggio che Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, ha inviato allo Spi-Cgil, che tiene il proprio congresso regionale a Cervia.

11 Novembre 2018

Ricordo della Battaglia di Porta Lame

"La Battaglia di Porta Lame è una tappa fondamentale nel percorso di recupero della libertà degli Italiani, del riscatto della dignità della nostra Patria dopo 20 anni di dittatura e di guerra. Oggi è anche il momento per ricordare, con onore e rispetto, due grandi bolognesi che non ci sono più, Lino William Michelini e Giancarlo Grazia, che combatterono per la libertà di tutti noi".