Post

20 Marzo 2017

21 marzo, domani minuto di silenzio in ricordo delle vittime della mafia

“La criminalità organizzata è come la gramigna che infesta i campi del vivere civile: in questi anni la nostra regione ha preso coscienza di non essere terra immune e che deve lavorare per rafforzare la propria corazza istituzionale per combattere il pensiero mafioso e diffondere la cultura della legalità.

Domani è 21 marzo: dal 1996 ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. Un impegno a cui anche l’Assemblea legislativa regionale manterrà fede proponendo un minuto di silenzio in apertura dei nostri lavori di Assemblea e dedicato alle vittime della criminalità organizzata”. Così Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, in occasione della Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. “Nel 2012 l’Emilia-Romagna ha fatto propria questa importante data inserendo la celebrazione odierna in un’apposita legge regionale che prevede come impegnarsi per contrastare le mafie e diffondere la cultura della legalità nel ricordo di coloro che – sottolinea Saliera – sono stati assassinati per il loro impegno contro la mafia, per essere vicini a tutti coloro che quotidianamente portano avanti questa scelta, vi chiedo un minuto di silenzio”.

Post

12 Giugno 2019

La Repubblica di Montefiorino 75 anni dopo

Tappa fondamentale per la riconquista della libertà, uno tra i primi esempi di democrazia nell’Italia che combatteva per liberarsi dall’oppressione nazifascista.

11 Giugno 2019

I 30 anni dell'Associazione dei parenti delle vittime di Ustica

Da trent’anni combatte il muro di gomma che impedisce di arrivare alla verità sulla strage di Ustica. Da tre decenni lotta perché sia fatta vera luce ciò che avvenne nei cieli d’Italia nella notte del 27 giugno 1980.La storia dell’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica diventa un libro realizzato grazie alla collaborazione tra l’Associazione stessa e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.