Post

30 Aprile 2017

Buon Primo Maggio

“Per la nostra Costituzione la dignità della persona è fondata non su ciò che la persona ha (cioè i beni, la proprietà) ma su ciò che fa (cioè il lavoro): e il lavoro è sempre stato accompagnato dalle parole emancipazione, dignità, salute, libertà.

Il lavoro è, prima ancora che fonte di reddito, dignità stessa della persona umana: per questo proviamo rabbia ogni volta che vediamo il livello di degrado sempre maggior in cui sono crollate ampie fasce del mondo del lavoro. E’ questo lo spirito del Primo Maggio, la Festa dei lavoratori. Formulo i migliori auguri per la festa di domani a tutte le lavoratrici e i lavoratori emiliano-romagnoli, ai diversi sindacati che, in tutte le città della nostra regione, daranno vita a iniziative e appuntamenti pubblici, affinché ancora una volta tutti noi ricordiamo che, come recita la nostra Costituzione, l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”. Sono le parole che Simonetta Saliera rivolge alle cittadine e ai cittadini, alle lavoratrice e ai lavoratori e alle forze sociali dell’Emilia-Romagna in occasione del Primo Maggio che sarà festeggiato domani in tutta la regione.

Post

20 Marzo 2019

Museo Ogr in Assemblea legislativa, la lettera di Afeva

“Grazie Presidente Saliera: Lei ci ha riavvicinati alle istituzioni repubblicane, e ha dato un esempio di come ci si dovrebbe comportare quando si riveste una importante carica pubblica”. A pochi giorni dall’avvio dei lavori per la realizzazione del Museo Ogr nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e nel giorno in cui è iniziato il trasferimento dei reperti storici, la Cgil, l’Afeva (Associazione dei famigliari delle vittime dell’amianto) e l’Associazione Artecittà ringraziano la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per il ruolo svolto nella salvaguardia del materiale della storica officina bolognese.

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torre dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano.