Post

11 Maggio 2017

Il Consiglio di Stato dà ragione ai Comuni, ora Poste Italiane sia conseguente

"Gli sportelli postali sono un presidio sul territorio e quello postale è un servizio universale. Lo abbiamo sempre detto con forza e ora lo dice anche una sentenza del Consiglio di Stato: la logica conseguenza è che Poste Italiane tenga in dovuto conto questi principi sanciti e agisca di conseguenza.

In questi anni, infatti, si è assistito a una trasformazione del servizio postale che ha provocato problemi ai cittadini e ai lavoratori di Poste Italiane. Come Istituzioni, siamo stati al fianco dei Sindaci e dei sindacati, un impegno che rinnoviamo anche in questo momento insieme alla richiesta ai vertici di Poste Italiane di adoperarsi per un servizio che corrisponda alle richieste del territorio e ai diritti dei lavoratori". Così Simonetta Saliera in merito alla sentenza del Consiglio di Stato che, dando ragione a quanto chiesto da 8 Comuni dell'Emilia-Romagna tra cui Camugnano e AltoReno Terme, ricorda come gli interventi sul sistema degli uffici postali non possano essere fatti solo in base al principio di economicità e prescindendo dal confronto con gli Enti Locali. Proprio per raggiungere questi obiettivi, Saliera ha scritto ai vertici regionali emiliano-romagnoli di Poste Italiane per sensibilizzarli sul tema.

Post

13 Novembre 2018

Saluto al congresso regionale Spi-Cgil dell'Emilia-Romagna

Vincere la sfida della solitudine e dell’impoverimento dei salari e delle pensioni. E’ questo il succo del messaggio che Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, ha inviato allo Spi-Cgil, che tiene il proprio congresso regionale a Cervia.

11 Novembre 2018

Ricordo della Battaglia di Porta Lame

"La Battaglia di Porta Lame è una tappa fondamentale nel percorso di recupero della libertà degli Italiani, del riscatto della dignità della nostra Patria dopo 20 anni di dittatura e di guerra. Oggi è anche il momento per ricordare, con onore e rispetto, due grandi bolognesi che non ci sono più, Lino William Michelini e Giancarlo Grazia, che combatterono per la libertà di tutti noi".