Post

26 Maggio 2017

Gli studenti del Liceo artistico di Bologna raccontano l'Amianto

Eternit. Una parola che fa paura, che è diventato significato di morte e di dolore. Sentimenti di disperazione a cui gli studenti del Liceo Artistico Arcangeli di Bologna hanno dato le sembianze di 50 disegni.

Tratti duri, segni di matita che colpiscono allo stomaco. Colori foschi, che raccontano meglio di mille parole lo spavento per una malattia silenziosa, contratta quando si pensava di lavorare in un posto sicuro. Di una malattia troppo a lungo nascosta. Ma che ora fa rumore perché ricorda come la sicurezza e la salubrità dei posti di lavoro siano importanti, al pari del salario: costituiscono la dignità del lavoro e della persona. La storia delle “vite in polvere” diventa così un libro: grazie all’impegno della Presidenza dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, i 50 disegni realizzati in collaborazione tra il Liceo Artistico Arcangeli di Bologna e l’AFeVa, l’Associazione regionale dei malati e dei famigliari dei malati di amianto, è stato realizzato il volume “Amianto: arte, salute, lavoro, diritti” che raccoglie i disegni di ragazzi e delle ragazze dell’Arcangeli. Il volume “Amianto: arte, salute, lavoro, diritti” sarà presentato l’8 giugno 2017 alle 14,30 in Sala Guido Fanti dell’Assemblea legislativa in viale Aldo Moro, 50.

Post

19 Aprile 2019

Successo di pubblico per il taglio del nastro di "Resistenza: la parola dell'arte"

Successo di pubblico per il taglio del nastro di “Resistenza: la parola dell’Arte”, la mostra artistica curata da Sandro Malossini e realizzata nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna.

18 Aprile 2019

Resistenza: la parola dell'Arte

Più di cinquanta opere, tra disegni, pitture e sculture, realizzate dagli anni quaranta a oggi, ripercorrono attraverso l’ingegno di tanti artisti uno dei momenti più forti d’identità patriottica e di sacrificio per la libertà di tutti come fu la Resistenza. Gli anni che si conclusero con la sconfitta del nazifascismo lasciarono un segno indelebile nelle coscienze di molti artisti.