Post

4 Dicembre 2017

Premio Cassin in rosa, a tre laureate le borse di studio sui diritti umani

Diritti umani ancora "in rosa" in Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna. Anche quest'anno, infatti, le vincitrici del Premio Cassin, le tre borse di studio messe a disposizione dal Parlamento di viale Aldo Moro in collaborazione con la Kip International School, sono tre neolaureate: Margherita Clerici, Lara Mannu e Clara Csilla Romano.

Ognuna di loro ha vinto una borsa di studio pari a 10.000 euro per tirocini all'estero o in Italia all'interno dei progetti della Kip International School dedicati ai temi dei diritti umani. A consegnare il premio il consigliere regionale Yuri Torri, Segretario dell'Ufficio di Presidenza dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, che ricordato come "il tema dei diritti delle persone è al centro dell'attività dell'Assemblea regionale". Torri ha anche ricordato come, dalla sua istituzione, il Premio Cassin è stato vinto da 24 giovani ricercatori (di cui 21 donne) e come per molti di loro questo riconoscimento è stato il primo passo per trovare un lavoro stabile e qualificato nei settori per i quali si erano formati dopo anni di studio e impegno.

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.