Post

30 Aprile 2018

Cantiere 2 agosto dopodomani in udienza da Papa Francesco

Il gran giorno è arrivato.

Dopodomani, mercoledì 2 maggio in Vaticano Papa Francesco incontra i protagonisti di Cantiere 2 agosto. Tra famigliari delle vittime, narratori e organizzatori dell’evento che il 2 agosto 2017 ha portato in strada oltre 10 mila cittadini, saranno un centinaio le persone che parteciperanno all’udienza papale. La delegazione sarà guidata dalla Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna Simonetta Saliera. Tutto è iniziato lo scorso novembre quando Saliera ha scritto al Presidente della Repubblica e al Pontefice, chiedendo loro di ricevere i narratori popolari visto il loro impegno e la grande partecipazione al progetto di public history. Una richiesta accolta dalla Santa Sede, che a gennaio, attraverso una missiva firmata da Padre Georg Ganswein, Prefetto della Casa Pontificia, ha comunicato la data dell’Udienza: “Ben volentieri– si legge nella lettera– mi premuro di accogliere la richiesta di partecipazione all’Udienza generale del Santo Padre del 2 maggio a favore dei partecipanti al progetto ‘Cantiere 2 Agosto’, assicurandoLa che il gruppo medesimo verrà menzionato nell’ambito dell’Udienza“. Soddisfatta la presidente dell’Assemblea, Simonetta Saliera: “È un onore, si tratta del riconoscimento dell’impegno civile e del lavoro di tutti noi e del grande affetto che la popolazione sta dimostrando verso questa esperienza, la cui funzione è di tenere viva la memoria perché, non bisogna mai smettere di ripeterlo, ogni amnesia sottende una sommaria amnistia. Ed è anche lo stimolo a lavorare ancora con più passione per l’iniziativa del 2 agosto di quest’anno, dedicata al ricordo dell’impegno corale della nostra comunità e dei soccorritori”. Sempre realizzato grazie al lavoro del regista Matteo Belli e della storica Cinzia Venturoli, il progetto di quest’anno, Sinfonia di soccorsi, consiste in uno spettacolo teatrale pubblico e gratuito che verrà messo in scena alle 21,30 del 1 agosto sera nella Piazza Renzo Imbeni, proprio di fronte alla sede del Parlamento regionale. Lo spettacolo vedrà 12 attori narrare la storia dei soccorritori e di una città, Bologna, che si seppe mobilitare per aiutare le vittime della strage fascista del 2 agosto 1980. Cantiere 2 agosto e Sinfonia di soccorsi saranno l’argomento della tesi di laurea di uno studente bolognese che ha terminato il proprio percorso di studi del master in public history dell’Università di Modena e Reggio Emilia. La tesi sarà incentrata sui progetti portati avanti dall’Associazione dei famigliari delle vittime del 2 agosto con il sostegno dell’Assemblea regionale: si parte dal lavoro svolto nel progetto “Educare attraverso i luoghi” fatto con i ragazzi delle scuole medie e superiori, passando all’attività di promozione di Cantiere 2 agosto. Lo studente sta poi seguendo la fase di stesura, preparazione e realizzazione del progetto Sinfonia di soccorsi.

Post

24 Maggio 2018

Ci vuole rispetto per le vittime della strage del 2 agosto

"Le parole sentite in questi giorni sono un'offesa a tutta la città di Bologna e acuiscono ferite che non si sono mai rimarginate.

23 Maggio 2018

Le nostre valli: cielo acqua notti nature

L’Appennino bolognese si racconta nelle foto di William Vivarelli e nelle parole di Adriano Simoncini.