Post

9 Maggio 2018

Le vittime della strage di Bologna sono 85, non si possono offendere

"Le parole sentite oggi sono un'offesa a tutta la città. C'è chi si è permesso di offendere la memoria della 85 vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.

Un fatto grave, uno sfregio alla nostra democrazia che ci spinge a lottare ancora di più perché si tenga viva la memoria di quanto avvenne a Bologna il 2 agosto 1980 e ricordarci sempre che ogni amnesia sottende a una sommaria amnistia. Ai parenti delle vittime va la nostra sempre più forte vicinanza e il nostro affetto uniti alla solidarietà per il dolore che le dichiarazioni sentite oggi provocano". Così Simonetta Saliera in merito a dichiarazioni riportate dai mezzi di informazione relativamente al processo in corso relativo alla strage di Bologna.

Post

12 Novembre 2019

Un urlo contro il razzismo

“Contro” la cultura dell’odio “iniettato” a piccole dosi, “con piccole siringhe, quasi per non farcene accorgere, quasi per farcelo sembrare giusto” come successo pochi anni fa nell’ex Jugoslavia. 

12 Novembre 2019

Patto di amicizia tra l'Assemblea legislativa regionale e il popolo curdo

L’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna si conferma al fianco del popolo curdo.