Post

8 Luglio 2018

Successo del Saharawi Day 2018

Grande successo per il Saharawi Day 2018. Emozione, gioia, passione: sono stati questi gli ingredienti vincenti con cui ieri sera l'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna e una delegazione del Popolo Saharawi hanno inaugurato le Olimpiadi del Tricolore in corso a Reggio Emilia.

"E' un onore essere insieme agli amici Saharawi di cui comprendiamo le ragioni e i diritti", spiega Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa che ha guidato la delegazione del Parlamento di viale Aldo Moro composta dai consiglieri Silvia Prodi, Barbara Lori e Yuri Torri, che ha sfilato insieme ai bambini Saharawi e ai rappresentanti delle associazioni di volontariato che anche quest'anno li stanno ospitando lungo la via Emilia. Un serpentone colorato e gioioso che ha portato per le strage di Reggio Emilia la dignità e la voglia di democrazia di un popolo che, pacificamente, chiede il rispetto dei propri diritti e che, come ha spiegato Omar Mih, rappresentante Saharawi in Italia, "ha sempre trovato nella Regione Emilia-Romagna ascolto e sostegno".

Post

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torra dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano. Lo splendore della Val di Zena, sull’Appennino bolognese, rivive nelle pagine di “Il Parco Museale della Val di Zena”, pubblicazione storico naturalistica realizzata dall’Associazione Parco Museale della Val di Zena con il patrocinio non oneroso dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.