Post

14 Maggio 2019

La mostra su Charlotte Delbo arriva a Parigi

Dall’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna a Parigi per parlare di diritti e contrasto a xenofobia e antisemitismo. La mostra “Charlotte Delbo. Una memoria mille voci” del Liceo Laura Bassi di Bologna in collaborazione con il Parlamento regionale all’interno del progetto Concittadini arriva sulle rive della Senna: dal 15 maggio al 19 maggio prossimi, infatti, gli studenti e i docenti del Liceo Laura Bassidi Bologna saranno ospiti del “Comitè de pilotage delle Journées Charlotte Delbo” che annualmente organizza giornate di studio dedicate alla giornalista francese sopravvissuta alle deportazioni nazista ad Auschwitz.

“Alcuni mesi fa l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna aveva ospitato una mostra su Delbo realizzata dagli studenti delle Laura Bassi in collaborazione proprio con il Parlamento regionale: un evento di spessore culturale molto alto di cui siamo stati molto felice”, spiega Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna che si complimenta con insegnanti e docenti della scuola bolognese, partner di viale Aldo Moro in numerose attività culturale e formative. La trasferta parigina delle Laura Bassi porterà i ragazzi a vivere giorni intensi di lavoro e di scoperta: saranno a Parigi per visitare e conoscere i luoghi che hanno segnato la vita di Charlotte Delbo, ne toccheranno con mano e ne leggeranno le carte originali custodite nella Biblioteca nazionale di Francia e interverranno come relatori alle iniziative organizzate in suo ricordo confrontandosi con i loro “colleghi” francesi che pure hanno svolto studi e ricerche sullo stesso tema.

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.