Post

18 Aprile 2015

Pieve di Cento, un bene confiscato alla mafia diventa casa di legalità e solidarietà

Lunedì prossimo, insieme al Presidente della Regione Stefano Bonaccini e al Prefetto di Bologna Ennio Maria Sodano, inaugureremo al struttura "Il Ponte" a Pieve di Cento.

Nel 2013 l'Agenzia nazionale dei beni confiscati e sequestrati alla criminalita' organizzata, dopo la condanna per usura di un cittadino di Pieve, ha consegnato al Comune, tramite la Prefettura di Bologna, una ex locanda-residence di circa 370 metri quadrati, a poche centinaia di metri dal centro storico di Pieve. Dalla consegna dell'edificio da parte dell'Agenzia per i beni confiscati sono trascorsi 18 mesi e la struttura, 'Il Ponte', gia' ospita alcune famiglie in emergenza abitativa identificate dai Servizi sociali ospitera' anche la nuova sede della Polizia Municipale 'Reno Galliera' per Pieve e Castello d'Argile. Si tratta di uno dei beni confiscati alla mafia consegnato ai Comuni e rimesso a disposizione della comunità grazie a interventi finanziati in virtù della legge regionale 3 del 2011.

Post

18 Gennaio 2019

Restaurato il Cimitero di Casaglia

Prima lo hanno smontato pietra dopo pietra. Poi, una volta restaurata pietra dopo pietra e rifatte le fondamenta, lo hanno rimontato mattone su mattone. Con un lavoro certosino, che testimonia come la memoria si edifichi fin dalle piccole cose, con dedizione e tenacia.

17 Gennaio 2019

In Assemblea la tragedia delle vittime della Uno Bianca

Cosa si legge nelle carte del processo sulla vicenda della banda della Uno bianca? Qual è la verità storica e quella processuale? A parlarne agli studenti di conCittadini dell’Assemblea legislativa il sostituto procuratore di Bologna, Valter Giovannini, in un incontro organizzato lunedì prossimo, 21 gennaio, alle ore 9.30 nell’aula magna della Regione in viale Aldo Moro 30.