Post

29 Maggio 2015

Torna la Bologna-Raticosa, tre giorni con le auto d'altri tempi

Una cronoscalata d'altri tempi, che fra 'stop and go' raggiunge quest'anno la 30esima edizione.

Torna la Bologna-Raticosa, la gara automobilistica divenuta epica negli anni '50, al pari (o quasi) con la Mille miglia, e che dal 2001 è tornata a far risuonare le curve tra Pianoro e Livergnano del rombo dei motori di auto come Lotus, Jaguar, Alfa Romeo Giulia, Lancia Fulvia e Fiat Abarth. Per tre giorni (5, 6 e 7 giugno) la provinciale della Futa sarà dunque il teatro della corsa che oggi vale per il Campionato italiano della montagna per auto storiche, unica tappa emiliano-romagnola. Venerdì 5 al pomeriggio e sabato 6 al mattino sono in programma le verifiche tecniche e sportive, sabato pomeriggio le prove ufficiali e domenica mattina la gara, in due manches, a partire dalle 10. Per festeggiare la 30esima edizione, è stato deciso di fare uno strappo alla regola e tra i 98 team in gara sono state ammesse anche 10 auto moderne. La Bologna-Raticosa è stata presentata oggi in conferenza stampa in Regione dalla presidente dell'Assemblea legislativa, Simonetta Saliera, che da sindaco di Pianoro nel 2001 sposò e diede il suo appoggio per il ritorno della competizione organizzata da Francesco Amante, presidente della scuderia "Bologna corse". "L'auto sta nel Dna della nostra regione", sottolinea Saliera. "Per noi è un orgoglio poter ospitare di nuovo questa gara- afferma l'assessore allo Sport del Comune di Bologna, Luca Rizzo Nervo - è un appuntamento spettacolare e imperdibile per tutti gli appassionati di motori".

Post

13 Novembre 2018

Saluto al congresso regionale Spi-Cgil dell'Emilia-Romagna

Vincere la sfida della solitudine e dell’impoverimento dei salari e delle pensioni. E’ questo il succo del messaggio che Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, ha inviato allo Spi-Cgil, che tiene il proprio congresso regionale a Cervia.

11 Novembre 2018

Ricordo della Battaglia di Porta Lame

"La Battaglia di Porta Lame è una tappa fondamentale nel percorso di recupero della libertà degli Italiani, del riscatto della dignità della nostra Patria dopo 20 anni di dittatura e di guerra. Oggi è anche il momento per ricordare, con onore e rispetto, due grandi bolognesi che non ci sono più, Lino William Michelini e Giancarlo Grazia, che combatterono per la libertà di tutti noi".