Post

4 Ottobre 2015

Sgomento per l'ospedale bombardato in Afghanistan

Sono profondamente sconfortata da quanto è successo in Afghanistan.

Quando la barbarie umana raggiunge livelli per cui colpi di mortaio e bombe colpiscono ospedali e sedi dove operano organizzazioni umanitarie ong dobbiamo interrogarci, dobbiamo trovare la forza di indignarci e avere la capacità di voler essere di nuovo uomini e donne degni di questo nome. Da quasi un ventennio il mondo vive sconvolgenti conflitti, gran parte dei quali nascono dalla miseria e dallo sfruttamento delle parti più fragili della popolazione, che hanno riportato agli anni più bui del primo novecento e dell'intera storia dell'umanità. E' un futuro a cui non ci si deve rassegnare, a cui non vogliamo arrenderci.

Post

12 Giugno 2019

La Repubblica di Montefiorino 75 anni dopo

Tappa fondamentale per la riconquista della libertà, uno tra i primi esempi di democrazia nell’Italia che combatteva per liberarsi dall’oppressione nazifascista.

11 Giugno 2019

I 30 anni dell'Associazione dei parenti delle vittime di Ustica

Da trent’anni combatte il muro di gomma che impedisce di arrivare alla verità sulla strage di Ustica. Da tre decenni lotta perché sia fatta vera luce ciò che avvenne nei cieli d’Italia nella notte del 27 giugno 1980.La storia dell’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica diventa un libro realizzato grazie alla collaborazione tra l’Associazione stessa e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.