Post

24 Ottobre 2015

Il nuovo corso di Concittadini parte con un Premio Nobel

Concittadini 2015-2016 parte con un Premio Nobel. Domenica prossima alle ore 18,30 alla Sala Stabat Mater di Bologna, Simonetta Saliera consegnerà il “Novi Cives. Costruttori di cittadinanza a Shirin Ebadi, Premio Nobel per la Pace 2003”.

Si tratta del premio nato dalla collaborazione tra l’Università di Bologna e l’Assemblea legislativa regionale all’interno del programma dell’Assemblea Concittadini. E proprio la presenza del Premio Nobel Shirin Ebadi sarà l’occasione per valorizzare l’edizione 2015-2016 di Concittadini, la rassegna di educazione civica realizzata dall’Assemblea legislativa regionale in collaborazione con la Direzione scolastica regionale e l’Università di Bologna, e rivolta ai ragazzi delle scuole dell’Emilia-Romagna e che quest’anno avrà tra gli ospiti Valerio Onida e Nando Dalla Chiesa. “Giunta ormai alla quinta edizione, Concittadini rappresenta il contributo dell’Assemblea legislativa al mondo della scuola e della formazione: grazie alle collaborazioni nate con soggetti sia italiani e internazionali possiamo offrire un momento di impegno civile al mondo della scuola e sostenere l’istruzione dei nostri ragazzi visto che negli anni scorsi sono stati 170.000 coloro che hanno frequentato le attività promosse all’interno di Concittadini”, spiega Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale, che ricorda come “Concittadini si avvale della collaborazione di realtà di grande importanza come Cortocircuito (associazione antimafia di Reggio Emilia), lo Yad Vashem (Ente nazionale per la memoria della Shoah che ha sede in Israele) e la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna oltre che della Direzione scolastica regionale: come Assemblea legislativa crediamo fortemente nell’attività formativa, di diffusione della cultura della memoria e della legalità e per questo dedichiamo risorse e intelligenze a iniziative come queste”. Concittadini 2015-2016 verrà sviluppato in due parti: tre incontri pubblici (13, 19 e 20 novembre) dedicati alla formazione e all’aggiornamento didattico dei docenti, degli operatori scolastici e degli studenti. Nei primi mesi del 2016, poi, nelle singole scuole della regione ci saranno le iniziative rivolte agli studenti dove verranno sviluppati i temi impostati nella tre giorni novembrina, A primavera, poi, le scuole illustreranno il lavoro fatto. Scorrendo il programma di Concittadini si vede che la giornata del 13 novembre è completamente dedicata, attraverso le lezioni di Onida e Dalla Chiesa, mentre il 19 vedrà esperti italiani e israeliani confrontarsi sul tema della memoria e della Shoah. Il 20 novembre, invece due lezioni rispettivamente del costituzionalista Andrea Morrone e dello storico Rolando Dondarini saranno dedicate ai temi dei diritti come elemento base della convivenza civile di un popolo, in particolare Dondarini si soffermerà sui diritti umani, argomento di grande attualità.

Post

20 Marzo 2019

Museo Ogr in Assemblea legislativa, la lettera di Afeva

“Grazie Presidente Saliera: Lei ci ha riavvicinati alle istituzioni repubblicane, e ha dato un esempio di come ci si dovrebbe comportare quando si riveste una importante carica pubblica”. A pochi giorni dall’avvio dei lavori per la realizzazione del Museo Ogr nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e nel giorno in cui è iniziato il trasferimento dei reperti storici, la Cgil, l’Afeva (Associazione dei famigliari delle vittime dell’amianto) e l’Associazione Artecittà ringraziano la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per il ruolo svolto nella salvaguardia del materiale della storica officina bolognese.

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torre dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano.