Post

1 Dicembre 2015

Il Torino film festival premia il Garante dei detenuti dell'Emilia-Romagna

C’era anche l'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna tra i vincitori dell’ultima edizione del Torino Film Festival, rassegna che si è chiusa lo scorso sabato: “Dustur - Costituzione”, il documentario del regista Marco Santarelli realizzato seguendo il progetto “Doveri diritti solidarietà”, promosso dalla Garante delle persone private della libertà personale dell’Emilia-Romagna all’interno del carcere Dozza di Bologna, ha infatti ricevuto due riconoscimenti importanti come il premio “Avanti” e il premio “Occhiali di Gandhi”.

“‘Diritti doveri solidarietà’, di cui è da poco iniziata la seconda edizione, è una delle iniziative più significativa dell'Assemblea dei diritti perché unisce senso della giustizia e volontà di dialogo per creare all’interno di una realtà particolare come il carcere una rete di convivenza che accompagni il nostro vivere civile- commenta la presidente dell’Assemblea legislativa. Simonetta Saliera-. Per questo motivo non possiamo che essere orgogliosi del lavoro di Marco Santarelli, la cui abilità nel raccontare questo percorso di ricostruzione della persona e della sua dignità ha ricevuto riconoscimenti così prestigiosi. Così come un grazie va alla Garante regionale dei detenuti, Desi Bruno, e ai suoi collaboratori”. Il diario di bordo della prima edizione di ‘Diritti doveri solidarietà’, che contiene al proprio interno anche immagini scattate dallo stesso Santarelli, è scaricabile sul sito dell’Assemblea legislativa all’indirizzo http://www.assemblea.emr.it/garanti/attivita-e-servizi/detenuti. I giurati hanno assegnato a Dustur il premio 'Avanti' "per la capacità di raccontare il fondamento umanistico delle costituzioni moderne e le contraddizioni del processo democratico, con una forma cinematografica solida e coerente, che riesce a superare limiti fisici e culturali, come il carcere, le sovrastrutture linguistiche e quelle religiose", mentre per il premio 'Occhiali di Gandhi' la motivazione è una citazione di un passaggio stesso del documentario: “Per creare una società buona gli individui devono essere in relazione, consultarsi tra loro e agire in base ai propri accordi. Non si faccia discriminazione in base a posizione sociale, ricchezza, fama, religione. Affinché la società si sviluppi culturalmente, moralmente e sia coesa, è necessario che si proceda in accordo con l'opinione della maggioranza, e che si avvicini alla classe dei più deboli e poveri, dialoghi con loro e prenda in considerazione le loro richieste".

Post

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.

16 Marzo 2019

Al via i lavori per il Museo Presidio Ogr in Assemblea legislativa

La storia dell'Officina Grandi Riparazioni trova casa nell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Procedono infatti speditamente i lavori per realizzare il nuovo spazio espositivo dedicato alla storia dell’OGR di Bologna (oggi Officina Manutenzione Corrente) che dal luglio scorso ha lasciato la storica sede di Via Casarini per trasferirsi in via del Lazzaretto.