Post

23 Febbraio 2016

Vogliamo la verità per Giulio Regeni

Un minuto di silenzio per Giulio Regeni, il giornalista de Il Manifesto assassinato nei giorni scorsi in Egitto. L’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, ha voluto così ricordare il giovane e chiedere verità sul motivo della tragedia.

“La verità non può cancellare il dolore. La verità non può sostituirsi alla giustizia, alla riparazione di un torto e alla punizione dei responsabili. La verità è un diritto: è un diritto di quel genitore che ha visto assassinare un proprio figlio, è il diritto di una nazione di vedere sicuri i propri cittadini quando sono all’estero. La verità – ha sottolineato nel suo intervento la Presidente dell’Assemblea Simonetta Saliera – non può far tornare a vivere chi è stato barbaramente assassinato, ma può lenire le ferite e soprattutto far sentire meno impotenti verso la disumanità di chi sa solo usare la barbarie e la violenza. Per questo, certa di interpretare il sentimento di tutti noi, l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna chiede a gran voce si faccia tutta ciò che serve perché si arrivi ad avere la completa verità sull’omicidio di Giulio Regeni”.

Post

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.

16 Marzo 2019

Al via i lavori per il Museo Presidio Ogr in Assemblea legislativa

La storia dell'Officina Grandi Riparazioni trova casa nell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Procedono infatti speditamente i lavori per realizzare il nuovo spazio espositivo dedicato alla storia dell’OGR di Bologna (oggi Officina Manutenzione Corrente) che dal luglio scorso ha lasciato la storica sede di Via Casarini per trasferirsi in via del Lazzaretto.