Post

23 Febbraio 2016

Vogliamo la verità per Giulio Regeni

Un minuto di silenzio per Giulio Regeni, il giornalista de Il Manifesto assassinato nei giorni scorsi in Egitto. L’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, ha voluto così ricordare il giovane e chiedere verità sul motivo della tragedia.

“La verità non può cancellare il dolore. La verità non può sostituirsi alla giustizia, alla riparazione di un torto e alla punizione dei responsabili. La verità è un diritto: è un diritto di quel genitore che ha visto assassinare un proprio figlio, è il diritto di una nazione di vedere sicuri i propri cittadini quando sono all’estero. La verità – ha sottolineato nel suo intervento la Presidente dell’Assemblea Simonetta Saliera – non può far tornare a vivere chi è stato barbaramente assassinato, ma può lenire le ferite e soprattutto far sentire meno impotenti verso la disumanità di chi sa solo usare la barbarie e la violenza. Per questo, certa di interpretare il sentimento di tutti noi, l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna chiede a gran voce si faccia tutta ciò che serve perché si arrivi ad avere la completa verità sull’omicidio di Giulio Regeni”.

Post

12 Giugno 2019

La Repubblica di Montefiorino 75 anni dopo

Tappa fondamentale per la riconquista della libertà, uno tra i primi esempi di democrazia nell’Italia che combatteva per liberarsi dall’oppressione nazifascista.

11 Giugno 2019

I 30 anni dell'Associazione dei parenti delle vittime di Ustica

Da trent’anni combatte il muro di gomma che impedisce di arrivare alla verità sulla strage di Ustica. Da tre decenni lotta perché sia fatta vera luce ciò che avvenne nei cieli d’Italia nella notte del 27 giugno 1980.La storia dell’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica diventa un libro realizzato grazie alla collaborazione tra l’Associazione stessa e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.